Entro la primavera il servizio sarà esteso a tutta la regione. Dopo la Lombardia e Roma, la Liguria è tra le prime realtà italiane ad avviare il servizio

Al via nella Provincia di Genova il Numero Unico europeo 112 per le chiamate di emergenza. Il cronoprogramma, concordato con i ministeri dell’Interno e dello Sviluppo Economico, prevede entro la primavera l’attivazione del servizio in tutta la regione.
Dopo la Lombardia e la città di Roma Capitale, la Liguria è tra le prime realtà italiane ad avviare il servizio condiviso a livello europeo. In caso di necessità, i cittadini dovranno fare riferimento al numero unico 112: gli operatori, dopo aver localizzato la chiamata tramite un sistema automatico e inquadrato la problematica, smisteranno la comunicazione ai soggetti competenti: Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco o 118 per le emergenze sanitarie. La localizzazione avviene interrogando in tempo reale il Centro Elaborazione Dati (CED) del ministero dell’Interno, piattaforma dove sono memorizzate le informazioni sulla provenienza delle chiamate da rete fissa e mobile.
Le telefonate ai contatti usuali (che non cesseranno comunque di esistere) – 112 Carabinieri, 113 Polizia di Stato, 115 Vigili del Fuoco e 118 Soccorsi Sanitari – verranno comunque indirizzate al Numero Unico di Emergenza 112.
Per la gestione delle emergenze in mare, è in via di definizione il percorso che porterà al collegamento della Centrale operativa della Guardia Costiera (1530) con quella del NUE.

http://www.regione.liguria.it/regione-liguria/ente/giunta/item/14906-nue_112.html