Il versamento della prima rata è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU per l’anno 2019.

Casi particolari:
A) Immobile ceduto nel corso del 2019: al fine di evitare il pagamento ed il rimborso, non versare l’acconto 2020
B) Immobile acquistato nel corso del primo semestre 2020:
versare l’acconto 2020 sulla base dei mesi di possesso realizzatisi nel primo semestre 2020 applicando l’aliquota 2019
C) Un immobile ceduto nel corso del 2019 e uno acquistato nel primo semestre 2020 nello stesso Comune: non versare l’acconto 2020
D) Immobile adibito ad abitazione principale nel 2020:
non versare acconto
E) Immobile adibito ad abitazione principale nel 2020: versare l’acconto 2020 sulla base dei mesi di possesso realizzatisi nel primo semestre 2020 applicando l’aliquota 2019
F) Spostamento dell’abitazione principale da un Immobile ad un altro posseduto dallo stesso soggetto ed ubicato nello stesso Comune: non versare l’acconto 2020
G) Fabbricati strumentali all’esercizio dell’attività agricola e beni merce:
si può versare l’acconto, utilizzando l’aliquota dello 0,1% in quanto detti fabbricati non erano imponibili ai fini Imu 2019
H) Immobile per il quale nel 2020 è mutata la % di possesso: non versare l’acconto.